ITALIANS4TRUMP-TRUMPIANI D’ITALIA LA SOLA ALTERNATIVA

“Alla fine probabilmente Jean Paul  Jucker è anche un buon uomo, un buon sindaco di paese del Lussemburgo, amante del buon bere che, prigioniero della proprio ambizione, si è trovato a gestire una situazione più grande di se.” 

Questa descrizione fatta ieri dai colleghi di Scenari Economici ci pare la più onesta visto che ormai la frustrazione è palpabile nella Commissione Europea sempre più in crisi dopo la Brexit e l’elezione di Donald J. Trump.  Il presidente della Commissione europea, ha infatti dichiarato senza peli sulla lingua ai suoi colleghi: “Me ** a. Cosa volete che facciamo?”

 

3DE143BA00000578-4275378-image-a-39_1488469165225

Il presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker  noto ubriacone mentre ammette di essere nella mer..a.

 

 

Juncker rompendo il classico protocollo parlamentare a pronunciato in francese la classica parolaccia “Merda”  leggermente in modo errato per non farsi riprendere – dicendo “Merte” invece di “merde’” – e ha usato il termine di nuovo aggiungendo: “Direi che me**a se non fossimo in parlamento UE. ”

Una situazione drammatica che con l’elezione prossima di Marine Le Pen in Francia proietterà il prossimo G7 a Taormina il 26 e 27 maggio 2017  in uno scenario inedito in cui l’Europa padrona e criminale attualmente in auge sarà ormai allo sfascio e la sovranità sarà il tema del giorno. Trump arriverà quindi da figura salvatrice e rigeneratrice di una nuova Europa, Federale e rispettosa della Sovranità di ogni paese membro, cosa che non è oggi.

Certo in Italia oggi più che mai paese di politici ruffiani e mezze calzette,  ci sono già i  soliti riciclati pronti a fare i sovranisti di casa nostra. Si sto parlando di Salvini e la Meloni che lavorano a loro dire insieme per una destra immersa nel tema della sovranità. Purtroppo niente di più falso, questi come sapete sono personaggi che con il Trumpismo non hanno nulla a che spartire!  Pieni di scheletri nell’armadio e compromessi indicibili. Peggio di loro solo figure ambigue come il Ministro degli Esteri Angelino Alfano, che il 3 marzo 2017 – durante la presentazione di un libro su Trump scritto dalla giornalista Paola Tommassi – ha difeso a spada tratta i valori europei, l’Euro, e ovviamente il suo vecchio amico Antonio Tafani  servo sciocco dei poteri forti ora Presidente del Parlamento Europeo.

 

 

Il ministro Alfano difende l’Europa mentre nelle retrovie Luigi Bisignani se lo guarda giustamente con aria di sufficienza…

 

 

IMG_1523

Invito presentazione libro“Attaccateve al Trump”.

 

E Silvio Berlusconi che fa in tutto questo?

Qual’è il “Berlusconi pensiero” del 2017?

La sempre bella onorevole Mara Carfagna  presente anche lei alla presentazione del libro “Attaccateve al Trump”,  ci ha finalmente svelato il mistero: Una sorta di sovranismo soft, un compromesso nel compromesso, in cui i berlusconiani attaccano l’Europa per la troppa burocrazia e l’ inutilità di certe leggi per cercare fare di nuovo breccia nell’elettorato populista e poi probabilmente riabbracciare in un secondo tempo la Meloni e company con tutti i loro voti,  seguendo il classico motto latino divide et impera  («dividi e conquista»).

Teatrini inutili che servono a non far cambiar praticamente nulla in Italia alle prossime elezioni e ci porterebbero alla disfatta assoluta se non a una futura guerra civile.  E questo lo ha ammesso in maniera velata anche lo stesso Ministro Angelino Alfano che ha detto che tra 12 mesi ci saranno le elezioni ma la divisione con i cosiddetti sovranisti non sarà forse ancora così chiara per allora. E mi domando allora cosa ci vuole per renderla chiara? Certo Alfano come sappiamo non è proprio un soggetto brillante ma perché ha detto questo?

Ricordiamoci che il suo ex compagno di merende Silvio Berlusconi deve comunque salvare il suo impero mediatico e i suoi politici ovviamente le loro amate poltrone. Bocciata quindi anche l’opzione Berlusconi cosa rimane per i poveri italiani che non si fanno infinocchiare dalle promesse a 5 Stelle progettate da George Soros per creduloni?  PRATICAMENTE NULLA! E allora cosa fare? Forse nulla per il momento se non sperare in una soluzione finale che possa eliminare questa feccia quanto prima dal pianeta terra. Amen

 

 

EVENTO_ANNULLATO_I

 

60esimo-2

Banner ufficiale dell’anniversario dei trattati di Roma creati dal Nuovo Ordine Mondiale per distruggere la sovranità dei popoli e l’identità nazionale.

 

 

 

ITALIANS4TRUMP_profile_sketch

ITALIANS4TRUMP

 

20170303_184708_resized

Luigi Bisignani e Antonio Maria Rinaldi due vecchi compagni di scuola.

 

 

 

Ad Maiora

 

 

 

 Articolo di Leo Zagami

Presidente Trumpiani d’Italia-Italians4Trump

 

 

3 thoughts on “ITALIANS4TRUMP-TRUMPIANI D’ITALIA LA SOLA ALTERNATIVA

  1. Finché in Italia ruoteranno sempre gli stessi soliti Noti l’Italia non potrà risorgere…Solo una rivoluzione sociale ed un cambiamento radicale, della classe dirigente politica parlamentare e senatoriale, nonché modifiche strutturali sulla costituzione nel farla diventare una repubblica presidenziale, con un PRESIDENTE eletto dal Popolo, con un parlamento ridotto e la cancellazione del senato, con la conseguente cancellazione dell’immunità parlamentare, e la riduzione di stipendi nonché Eliminazione di privilegi ed assunzione di responsabilità individuale ed istituzionale sul mancato operato dato dal mandato popolare…Bene fatto tutto ciò allora Si che l’Italia avrà una possibilità rispetto alle altre Nazioni del mondo… Altresì ricadremmo nelle banalità Renziane Berlusconiane e Grilleste, di urlatori oratori e parolieri distruggendo sempre di più uno Stato Sociale una Sovranità perduta ed una Identità Nazionale oramai inesistente.

  2. Hello Leo
    This past week I visited the Detroit Masonic Temple and was taken on a tour of the place.
    http://www.themasonic.com/
    The U.S. version of the Masons just seems like a men’s club.
    As a big time President Trump supporter I am not sure if joining would help in my support of the President?
    It seems to me from the interviews of you that I have listened to the European Masons are much more active politically.
    Best regards,
    John Geisler

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *