SADIQ KHAN PRIMO SINDACO MUSULMANO DI LONDRA

Sadiq Khan figlio di una famiglia di immigrati pachistani, sarà il primo sindaco musulmano nella storia della città di Londra. L’alternativa era un sindaco ebreo, tuttavia pare che questa volta i musulmani abbiano goduto di un sospetto sostegno esterno del Nuovo Ordine Mondiale che li ha facilitati e si segnalano infatti molti disguidi nelle operazioni di voto nel quartiere di Barnet, nel nord della capitale, che ha coinvolto proprio la numerosa comunità ebraica della zona. Il Daily Telegraph ha riportato infatti che lo staff del candidato Tory, Zac Goldsmith, si è lamentato perché i conservatori hanno nel quartiere un importante “serbatoio” di voti,  ma ormai pare che Sadiq Khan un musulmano sia diventato sindaco di una delle principali capitali europee un incubo che diventa realtà. Nel frattempo papa Francesco dichiara: “Sogno che migrare non sia un delitto. Ponti, non muri”, e fa questi commenti convenientemente scordandosi le mura leonine che proteggono lui e i suoi fedelissimi dal resto del mondo che in molti casi li vorrebbe processati per tutti i loro crimini,  incluso la pedofilia e il riciclaggio di soldi sporchi con lo IOR. “Con la mente e con il cuore, con speranza e senza vane nostalgie, come un figlio che ritrova nella madre Europa le sue radici di vita e di fede, sogno un nuovo umanesimo europeo”, ha detto invece il Papa. “Sogno un’Europa giovane, capace di essere ancora madre”. Insomma Papa Francesco sogna troppo!  Anzi è ormai delirante nella sua posizione  pro-rifugiati, in preda al suo mondialismo di maniera e alla sua dialettica Gesuita. Cosa fare? Ignoriamolo ma prepariamo allo stesso tempo in silenzio una risposta ferma e decisa contro questo continuo stupro dei valori europei che sono poi quelli cristiani altrimenti aspettavi un futuro infernale.

Cosa supporta ufficialmente  il nuovo sindaco musulmano  di Londra? Ovviamente le nozze gay  e la lobby arcobaleno per dismotrarsi aperto a tutto,  ma anche i locali notturni e lo sballo,  e fin qui nulla di male visto che Londra è una città cosmopolita e moderna che ha sempre avuto un ottima scena notturna, almeno  fino a quando è servita a riciclare soldi per le mafie locali e da una decina d’anni in declino.

Tra l’altro molti dei locali che vendono alcool in città adesso sono nella mani dei pachistani, che la servono ovviamente senza berla,  visto che loro sono musulmani e la stessa cosa accade anche in altre città del Nord Europa. E come lo spacciatore scaltro e di alto livello che ti vende la droga senza farne uso e ti guarda con un senso di superiorità perché sa che ti stai in qualche modo avvelenando e lui allo stesso tempo si sta arricchendo.

Ma ricordatevi che Sadiq Khan,  è il cavallo di troia del futuro fondamentalismo islamico che si prenderà la perfida Albione, questo quando le nuove generazioni musulmane saranno stanche di una civiltà corrotta e senza Dio promossa proprio da uno di loro ovvero Sadiq Khan, ecco perché questo è l’inizio della fine per l’Europa cristiana e lui il sindaco che pare una grande svolta e in realtà una trappola tesa dall’elite musulmana insieme al Nuovo Ordine Mondiale.

 

 

13177760_272717643077365_3319399703160039176_n

I HAVE A DREAM: Arrivare con i carri armati a piazza San Pietro

Iginio De Luca, Proiezione laser della scritta ³Lavami² sulla cupola di S. Pietro, Roma, venerdì 5 novembre 2010, ore 22.00

 

Sempre più Vescovi e uomini del Vaticano appaiono come papponi in preda a un  delirio di onnipotenza,  supportati da un papa gesuita e una massa di pecoroni a cui ormai si può fare di tutto, grazie al costante lavaggio del cervello subito giornalmente tramite i media del Nuovo Ordine Mondiale. Media che vendono l’immagine di un Papa che vuole aiutare i poveri. Nel frattempo i suoi preti rinnegano la propria fede, abbracciano il mondialismo, la froceria, e sopratutto fanno i soldi con i cosiddetti “rifugiati” poi usati come schiavi per le loro strutture. A Subiaco una cittadina di appena una decina di migliaia di abitanti vicino a dove abito, una mia vecchia conoscenza del Vaticano ha trasformato lo scenario locale con l’arrivo del suo centro per rifugiati.

La Chiesa di Roma d’altronde apprezza chi la sera gli dice: “si padrone” “no padrone” memori dei tempi  in cui il clero era colui  che poteva decidere la vita e la morte di tutti. Loro i preti/papponi di turno dell’Italia Renziana,  non solo prendono soldi dalle nostre tasche per tutto questo,  ma usano questo materiale umano come loro zerbini e tuttofare e ovviamente  preferiscono i loro “rifugiati” islamici,  possibilmente dalla buona prestanza fisica (non se se mi spiego…)…insomma non si fanno mancare niente che non possa nuocere alla cristianità.

Ma ovviamente lo sappiamo tutti che la Chiesa di Papa “Imbroglio” Bergoglio fornisce volentieri i suoi immobili esenti da Imu a 35 euro a ‘profugo’ in pensione completa a Subiaco come nel resto d’Italia. Questa è l’Italia di oggi un Italia rovinata da politici e preti senza scrupoli come il  Vescovo di Treviso, tal Gianfranco Agostino Gardin che facendo un calcolo si è messo in tasca con i suoi profughi 6.387.500 euro.

Ma la vogliamo finire con questo scempio, basta, è giunto il momento di combattere tutto questo se volete lasciare un futuro ai vostri figli,  e l’unica speranza per noi pare essere Donal Trump che ovviamente le sinistre italiche deridono e cercano di ignorare per il momento così come ha fatto il Vaticano che nel frattempo ci proibisce la libertà di stampa. Arriverà un giorno però in cui le cose cambieranno e se Donald riuscirà a vincere contro quel mostro di Hillary Clinton, che vi ricordo essere uno dei peggiori elementi del Nuovo Ordine Mondiale, una vera satanista senza scrupoli supportata dai Gesuiti.

A dimenticavo la soluzione per la regione Campania, negli ultimi decenni in mano a piddioti e camorristi può essere una sola: riportare la monarchia dei Borboni con fucilazioni e olio di ricino per tutti,  visto che in Campania la democrazia è una buffonata che non ha ragione di esistere. E ora continuate a godervi la disfatta della nostra povera Italia tanto lo so che non muoverete un dito per cambiare le cose, perché l’italiano di oggi purtroppo è fondamentalmente un vigliacco che al massimo può sparare, sì,  ma solo cazzate sui social con il suo telefonino. Amen.

LLZ

AFTER 33 YEARS THE TRILATERAL COMMISSION IS BACK IN ROME

trilateral--logo--666

 

 

From the 15th to the 17th of April 2016, powerful players of the New World Order are meeting in Rome for the first time in 33 years for the Trilateral Commission. Strangely enough, on the day of the opening, Bernie Sanders plans to warn against “the idolatry of money” in a speech at the Vatican, in which the Democratic candidate hopes he can align his insurgent presidential campaign with the moral preaching of Pope Francis, who is as we know the first openly Communist Pope in line with his Jesuit tradition.

The Trilateral Commission was established in 1973. Its founder and primary financial supporter was international financier, David Rockfeller, long time chairman of the Rockefeller family-controlled Chase Manhattan Bank, and undisputed overlord of his family’s global corporate empire, which is now 100 years old. This meeting will include political figures such as Michael Bloomberg and Madeleine Albright, along side some of the key players in the financial sector. As Eric Barger wrote in “The New World Order Under Clinton: Establishment Insiders and Political Deceit,” in The Christian World Report in May 1993:

The Trilateral Commission was founded to become a type of international CFR. The goal of the Trilateral Commission is to align the free world with the advanced communist states to organize a world government.

Keep your eyes on Rome for this pre-electoral event of great importance aimed to stop the rise of the only candidate that could stop their plans, Donald Trump.

Leo Lyon Zagami

massoneria-bisi-francesco

A RIMINI SAGRA DELLA MASSONERIA E DELL’IPOCRISIA ITALICA

 

maxresdefault

 

 

Come ogni anno in questo periodo si è tenuta a Rimini la sagra del grembiulino organizzata presso il Palazzo Congressi dal Grande Oriente d’Italia.  Quest’anno però le cose stanno diversamente, o almeno lo sarebbero dovute essere,  visto che una decina di giorni fa,  a una settimana da questo ridicolo evento pseudo Massonico, Daniele Martini scrisse per il Fatto Quotidiano a riguardo dell’attuale Gran Maestro Stefano Bisi:

Quattordici indagati e 33 reati contestati, dall’associazione a delinquere al riciclaggio, ricettazione, frode fiscale, bancarotta fraudolenta, emissione di fatture per operazioni mai esistite, false comunicazioni sociali, ricorso abusivo al credito. Si è conclusa dopo quattro anni di indagini l’inchiesta “Time Out” condotta dalla Procura di Siena sulla Mens Sana Basket, la squadra senese di pallacanestro che ai tempi d’oro del Monte dei Paschi, che è stato lo sponsor dal 2000 al 2014, mieteva successi e vinceva campionati a ripetizione: 8 scudetti di cui 7 di fila, 5 coppe d’Italia consecutive, 7 Supercoppe italiane. Quel ciclo fenomenale è finito proprio in contemporanea – come già anticipato nel gennaio del 2013 dal Fatto.it – con il tracollo della banca, la Mens Sana è sprofondata in serie B e poi faticosamente è risalita in A2 e di tutto quello scintillante periodo restano le macerie sportive e le conseguenze legali. Tra gli imputati di rango c’è il capo dei massoni italiani, Stefano Bisi, eletto 2 anni fa Gran Maestro del Grande oriente d’Italia, soprattutto con i voti raccolti in Calabria, la regione dell’ex potente presidente del Monte dei Paschi, Giuseppe Mussari che con Bisi a Siena costituiva un duo tanto influente quanto affiatato, non di rado impegnato in dibattiti pubblici organizzati dalla massoneria. E c’è addirittura chi ha collegato l’ascesa di Bisi alla guida della stessa massoneria con la possibile influenza della ‘ndrangheta, l’organizzazione criminale che in Calabria detta legge.

Fatti gravissimi, che ovviamente non permetterebbero in alcun modo a Stefano Bisi di rivestire il suo attuale ruolo secondo gli Statuti della Libera Muratoria perché compromesso da un indagine del genere.  Ma siamo nell’ Italia dei corrotti e dei gran ladroni e tutto questo è stato completamente ignorato dai “Fratelli” del G.O.I che si sono dedicati invece durante la loro Gran Loggia 2016,al tema molto più rispettabile e onorabile: “I doveri dell’uomo, i diritti del mondo”. Ovviamente un congresso con un tema del genere trattato da codesti personaggi, non poteva che aprire il primo aprile giorno del famoso “Pesce d’Aprile” . Data questa che non  credo sia stata scelta a caso visto la passione anzi l’ossessione per il dettaglio e il simbolismo da sempre rispettato dalla Massoneria.

Ma il momento più atteso di questo “evento” è stato senz’altro l’allocuzione del Gran Maestro degli scandali, Stefano Bisi, che si è tenuta dopo i lavori rituali e in apertura del tempio nel pomeriggio della prima giornata di lavori. E invece di un intervento di profilo basso da parte di un Gran Maestro indagato,  e quindi simbolicamente “bastonato” dalla autorità giudiziarie,  ecco che quest’anno il G.O.I. mostra orgogliosa il suo nuovo appoggio piddiota e mondialista non curante delle accuse verso il suo Gran Maestro sentenziando la fine della Massoneria del G.O.I. e la sua credibilità.

E tra i tanti messaggi arrivati alla Gran Loggia orgogliosamente letti dal Gran Maestro Bisi, c’è perfino stato quello del presidente della Repubblica Sergio Mattarella,  che ha espresso a tutti i partecipanti i migliori auguri di buon lavoro tramite il Segretario Generale della Presidenza della Repubblica Ugo Zampetti.  Vi rendete conto? Neanche nelle peggiori commedie all’italiana si è mai vista un simile farsa con tanto di appoggi a un indagato,  non solo dal Presidente della Repubblica, che sappiamo essere uno zombie del Nuovo Ordine Mondiale, ma dal Presidente del Senato Pietro Grasso, dalla controversa on. Maria Elena Boschi,  (che parla di “Poteri Forti” e aveva in passato insultato i Massoni!) Ministro per le Riforme Costituzionalie per i Rapporti con il Parlamento,  che ora ha sicuramente qualche problemino; dall’on. Marianna Madia, Ministra per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione e mega raccomandata di ferro; dal Sottosegretario alla Difesa, On. Domenico Rossi; dal Presidente della Commissione Attività produttive, commercio e turismo della Camera dei Deputati, On. Ettore Guglielmo Epifani,  e perfino dal Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare, Generale di Squadra Aerea Pasquale Preziosa, dal Rettore dell’Università degli Studi di Messina, Professor Pietro Navarra; dal Direttore Generale della Rai Antonio Campo Dall’Orto e dal Presidente della Regione Calabria Gerardo Mario Oliveri.

Questa è l’Italia di oggi corrotta sia politicamente che Massonicamente. Che invece di stendere un pietoso velo su questo evento condotto da un indagato per ricettazione,  ovvero Stefano Bisi,  lo esalta e supera se stessa nell’ipocrisia che a questo punto può competere con quella più grande di Papa Francesco,  da cui Bisi prende costante ispirazione come ha ammesso lui stesso.  Che la massoneria non si occupi di politica e di religione è un fatto noto a tutti meno che all’attuale Gran Maestro del G.O.I.

Fortunatamente la Vera Massoneria ha  già attivato i suoi anti-corpi contro un simile scempio della sua tradizione millenaria.  Essa ha infatti  già posto in essere tramite la persona del Sovran Gran Maestro Leo Lyon Zagami il rinato Rito della Stretta Osservanza Templare con cui difenderà contro questi indegni i valori della Massoneria.

Se volete saperne di più contattate l’Ordo Illuminatorum Universalis.

 

Firmato Eques a Sole aureo

BRUXELLES: ATTACCO ALLA CAPITALE D’EUROPA!

Sempre peggio nell’Europa frocia e multiculturale che ha il cuore pulsante del suo potere in Belgio a Bruxelles e può solo abbassare le mutande di fronte ai mercenari dell’ISIS.  L’Europa della NATO che da Bruxelles dirige le sue pedine  non ha più gli attributi per resistere a questo schifo pianificato dal Nuovo Ordine Mondiale.

Ricordate  comunque che il motivo di tutto questo è non solo dei nostri politici corrotti che lo permettono, ma anche dei loro leader religiosi come Papa Francesco che insistono ogni giorno con questa storia dell’accettazione dei “rifugiati” dalle loro lussuose dimore, volutamente ignorando il dramma delle periferie e dei luoghi spesso malsani in cui vengono posizionati questi cosiddetti “rifugiati”,  perché anche loro sono coinvolti nel business dei migranti.

Insomma il Vaticano ci fa i soldi con la disperazione e allora la fomenta, triste ma vero. La colpa principale rimane comunque delle comunità islamiche stesse corrotte dal materialismo e dalla loro voglia di espansionismo islamico che ha permesso e permette all’ISIS di avere basi logistiche e uomini in tutta Europa. Sintomatica la reazione della comunità locale che è insorta contro la polizia durante l’arresto di Salah Abdeslam e i suoi compari. Perché non arrestarli tutti allora si sarebbe forse evitato il dramma di oggi.

Se gli europei avessero ancora gli attributi circondebbero e isolerebbero immediatamente Molenbeeck  e tutte le zone simili create in Europa negli ultimi decenni dai musulmani come porti franchi dell’Islam. Zone dove tutto è permesso,  e senza compromessi li porterebbero in campi di concentramento o meglio di riprogrammazione pronti per essere rimandati in Medio Oriente se non giurano fedeltà ai principi laici della nostra Europa pena l’espulsione immediata e il sequestro di tutti i loro beni. Questo è quanto si dovrebbe fare ma purtroppo dovremmo invece assistere a un graduale imbarbarimento della nostra civiltà e della nostra Europa perché regna l’ipocrisia e il perbenismo radical-chic.

Il giorno dopo i festeggiamenti del Santo patrono d’Europa ignorati volutamente da tutti politici della UE (incluso Renzi!) si scatena  l’inferno a Bruxelles. Ma lo volete capire o no che l’Europa va difesa a partire dalle sue radici cristiane? Non farlo significa regalare l’intera Comunità Europea all’Islam supportato dai mondialisti e coloro che vogliono la distruzione della cristianità.

Oggi più che mai la Massoneria cristiana deve unirsi per combattere il nemico. Noi della Stretta Osservanza Templare abbiamo le idee chiare e speriamo che anche i Fratelli degli altri Riti cristiano-Massonici facciano lo stesso perché è in gioco il futuro della nostra civiltà che sa sempre più di inciviltà  ecco perché  anche la Massoneria cosiddetta laica dovrebbe schierarsi con noi contro l’Islam.

 

2E92785A00000578-3328154-Service_has_been_halted_on_the_Brussels_subway_system_and_heavil-a-46_1448104551124

 

LLZ

Donald Trump VS The New World Order

lz

It’s true the American elections seem like a joke this year, but voting for Hillary Clinton means voting for the Elitist scumbags who support her like the Bildberg Club, the Jesuits and the Islamic terrorist Fethullah Gülen. I endorse Donald Trump as a true alternative in these coming elections, and I hope once Donald is in power he will free Europe of Angela Merkel, Matteo Renzi and the other criminals who are now selling out Europe to Saudi Arabia and their ISIS mafia piloted by many dark figures of the US Military Industrial Complex, who are trying to stop Donald Trump from becoming the Republican nominee. Donald is no Saint, but in my opinion if Hillary is elected it could lead to possible Civil unrest and Revolution.

 

 

VATICANO E MASSONERIA: La ballata dell’ipocrisia

87

Storica copertina del 12 settembre 1978 del settimanale OP diretto da Mino Pecorelli che fu ucciso poco dopo dove è presente un articolo dal titolo “La Gran Loggia Vaticana”.

 

Ravasi-massone                                                                                                                 Divertente fotomontaggio dedicato al Cardinal Ravasi.

stefano-bisi                                                                                              Il Gran Maestro della Grande Oriente d’Italia Stefano Bisi.

 

Il Gran Maestro Stefano Bisi ha scritto una lettera al Sole 24Ore in relazione all’articolo “Cari fratelli massoni” del Cardinale Gianfranco Ravasi apparso nell’inserto culturale “Domenica” del 14 febbraio scorso e incentrato sul tema Chiesa e Massoneria. Fin qui nulla di strano ma c’è qualcosa che non mi torna in questo nuovo amore a distanza tra il Grande Oriente d’Italia ormai sottomesso al “Partito della Nazione” di Matteo Renzi  e il Cardinale Ravasi indicato in passato come papabile.

Nel sito del GOI si afferma che: Nella lettera si esprime attenzione ed apprezzamento per quanto scritto dal Presidente del Pontificio Consiglio della Cultura su alcuni valori comuni che, al di là delle posizioni e dei documenti ufficiali della Chiesa sulla Libera Muratoria, non impediscono un futuro pacifico dialogo fra le due Istituzioni.

Prima di tutto il GM Stefano Bisi non menziona mai nella sua lunga lettera il fatto che all’interno del Vaticano vi sono logge massoniche presenti fin dal dopoguerra, e a sua volta il Cardinal Ravasi quando scrive  sul Il Sole 24Ore  domenica 14 febbraio fa lo stesso:

«…Queste varie dichiarazioni di incompatibilità tra le due appartenenze alla Chiesa e alla massoneria non impediscono, però, il dialogo, come è esplicitamente affermato nel documento dei vescovi tedeschi che già allora elencavano ambiti specifici di confronto come la dimensione comunitaria, la beneficenza, la lotta al materialismo, la dignità umana, la conoscenza reciproca.

Entrambi stanno palesemente mentendo visto che ci sono stati ben due papi la cui appartenenza massonica è stata provata contro ogni ragionevole dubbio. Prima abbiamo avuto papa Giovanni XXIII, Papa Roncalli nel 1958, e poi nel 1963 Papa Paolo VI, nato Giovanni Battista Enrico Antonio Maria Montini, due Papi che hanno “Massonizzato” come mai prima nella storia della Chiesa i vertici del Vaticano per poterli così controllare durante l’importantissimo Concilio Vaticano II importante passo verso il relativismo e la futura religione unica del Nuovo Ordine Mondiale.

La Loggia Ekklesia che lavora  con ben 4 logge che pare abbiano ricevuto una regolare bolla “Emulation” da un Obbedienza americana all’alba del Concilio Vaticano II, operano ancora oggi sotto il patrocinio dell’attuale Gran Maestro della Gran Loggia Unita d’Inghilterra, ma ovviamente il Cardinal Ravasi che ne fa parte non può ammettere una simile verità,  e neanche l’attuale Gran Maestro del Grande Oriente messo li a fare il direttore d’orchestra di una Massoneria autoreferenziale per farlo tacere su alcune faccende che riguardano invece la sua amata Siena, il  Monte dei Paschi e lo stesso Vaticano.

Durante la guerra fredda la “Gran Loggia Vaticana” di cui parlo il povero Mino Pecorelli sulla sua rivista OP prima di essere brutalmente ucciso da alcuni sicari del sistema capeggiati dal solito Massimo Carminati  ha dominato l’Italia,  e rovinato a più riprese il buon nome della Massoneria con i suoi accordi segreti presi di solito nella cittadina di Assisi dove pare si incontrino regolarmente ai piedi del Monte Subasio.  Inoltre dopo l’esplosione dello scandalo P2 la Loggia Ekklesia spinse in pochi anni la Massoneria Italiana verso l’inevitabile scisma del 1993 all’interno del GOI e la creazione della Gran Loggia Regolare d’Italia, ma Stefano Bisi pare avere la memoria corta su questo evento che getto discredito su tutti i Fratelli rispettabili del GOI.

Ricordiamo poi che per questo motivo un sacerdote cattolico è diventato nel 2005 il primo Gran Cappellano della Gran Loggia Regolara d’Italia e quindi della Libera Muratoria mondiale tuttora in carica con il benestare del Papa , e il Cardinal Ravasi ovviamente fa finta di niente così come il suo fido Gran Maestro Massone o pseudo tale Stefano Bisi, che invece amano disquisire a distanza in modi speculatori  in nome della peggiore ipocrisia massonica non della vera Libera Muratoria.

Ecco qui di seguito il passo ove il Gran Maestro Fabio Venzi dava nel 2005 il felice annuncio. Il tono e l’argomentare di questo testo lasciano pensare che questo Gran Maestro sa quello che dice e probabilmente parla anche a nome di alcuni prelati della Curia romana, quella che ovviamente cerca ora, con il Cardinal Ravasi, di ingraziarsi anche il resto della Frammassoneria italiana proprio all’alba di quella che potrebbe essere un anno di svolta ovvero il 2017 in cui gli inglesi della Gran Loggia Unita d’Inghilterra a 300 anni dalla fondazione della prima Gran Loggia riconosceranno di nuovo il Grande Oriente (Palazzo Giustiniani) e forse perfino la Gran Loggia d’Italia (Vitelleschi):

quando un’Obbedienza Libero Muratoria è in fase di crescita e stabilizzazione, ed i dodici anni trascorsi dalla nostra fondazione, paragonati ai tre secoli per esempio delle Gran Logge Inglesi e Irlandesi, sono indicativi della nostra giovane età, ogni riunione è da considerarsi “fondante”. Oggi, a conferma di ciò, vorrei terminare questa mia Allocuzione, con la nomina di un Grande Ufficiale che probabilmente rimarrà nella storia della Libera Muratoria italiana ma anche, non credo di sbagliare, mondiale. Il Grande Ufficiale che vado ad installare nella carica di Gran Cappellano è un sacerdote della Chiesa Cattolica. Con questo atto, la Gran Loggia Regolare d’Italia ed il suo Gran Maestro, compiono il gesto di apertura più significativo che mai una Obbedienza Massonica ha compiuto nei confronti della Chiesa Cattolica Romana, prendendo le distanze dalle altre Obbedienze massoniche irregolari, che con il loro anticlericalismo tanto danno e nocumento hanno causato all’immagine di tutta la Libera Muratoria mondiale. Ciò, a mio parere sarà un bene anche per la Chiesa Cattolica, che ignora probabilmente la vastità del fenomeno liberomuratorio nel mondo (milioni di iscritti, la più vasta forma di associazionismo laico), e soprattutto la loro imponente presenza nelle Grandi Logge del Centro America e dell’America Latina (Gran Loggia di Cuba, Grande Oriente del Brasile ecc). Noi abbiamo fatto la nostra parte e attendiamo in futuro che anche la Chiesa Cattolica trovi la motivazione e la pazienza di conoscere le peculiarità e le differenze all’interno del variegato mondo Libero Muratorio, che, nella sua espressione tradizionale e regolare non le è ostile.

La Libera Muratoria italiana e vaticana si prepara quindi anche con il messaggio del Fratello massone Ravasi al Nuovo Ordine Massonico Mondiale. E non dimentichiamo poi  che la Massoneria di stampo inglese,  al tempo della scissione dal GOI nelle mani di Di Bernardo e poi passata al Gran Maestro Fabio Venzi (suo parente), non ha mai avuto problemi con l’Opus Dei, anzi sono stati accertati molti legami tra la Dignity di Di Bernardo (ormai in fase di disgregazione anche come ordine cavalleresco), fondata originariamente come loggia massonica tra il ‘92 e il ‘93, e l’Opus Dei, e questa alleanza è venuta di nuovo pubblicamente alla ribalta con la creazione dell’ Accademia Internazionale degli Illuminati, altra creazione del Professor Giuliano Di Bernardo fondata nel 2002 che ora cerca di guidare in maniera occulta per conto della CIA e del Mossad  i 5 Stelle poveri teatranti da quattro soldi della politica italiana .

Io mi domando cari illustrissimi e Potentissimi colleghi Gran Maestri Stefano Bisi, Antonio Binni e Fabio Venzi ma la vogliamo finire di fare i “cazzari” e dire la verità sul rapporto tra Chiesa e Massoneria,  oppure si deve continuare in eterno questa inutile vergognosa ballata dell’ipocrisia?

Caro Papa Francesco so che ci sei anche tu dietro a queste manovre e credo siano davvero inopportune, visto che dovresti pensare alla tua Chiesa ormai in ginocchio e non alla Massoneria. Quindi come Gran Maestro di una realtà Massonica rispedisco al mittente il “Cari fratelli massoni” di Ravasi anche perhè  ricordiamo tutti la copertina del 12 settembre 1978 del settimanale OP diretto da Mino Pecorelli dove è presente un articolo dal titolo “La Grande Loggia Vaticana” con un elenco di ben 131 nominativi di esponenti vaticani e di alti prelati indicati quali affiliati alla Massoneria e  gli unici che sembrano avere la memoria corta siete proprio voi Gran Maestri. Finitela, siete davvero patetici ve lo dice il Sovrano Gran Maestro della Stretta Osservanza Templare conscio della vostra inutilità nell’affermare sia i valori della Vera Cristianità che quelli della Vera  Massoneria. Ad Maiora.

Non nobis Domine, non nobis, sed nomini tuo da gloriam

Leo Lyon Zagami

 

P.S.: Mi è arrivato un messaggio sul telefonino nelle ultime ore dal misterioso Agente G personaggio dei servizi apparso anche in TV a “Mistero” un paio di anni fa che mi scrive che dietro alla manovre sataniche di Emilio Sturla Culò ci sarebbe lo stesso Papa Francesco.